Dieci sobrie regine, il romanico sardo

Stupisce, risalendo la Sardegna da Cagliari a Olbia lungo la via delle grandi chiese romaniche, come queste siano marcate da alcune caratteristiche comuni - almeno tre, tutte evidenti se si osservano le piante degli edifici - che ritornano con affascinante regolarità. La prima regola a cui le grandi chiese romaniche sarde sembrano sottostare docilmente è … Leggi tutto Dieci sobrie regine, il romanico sardo

Corbera: va in scena l’arte di costruire

La pietra, la pietra pura, trasformata in linee, eleganza, perfezione. C'è, in Catalogna, una famiglia di chiese nelle quali è assente ogni forma di decorazione scultorea - non un capitello, né un architrave decorato, né un portale scolpito -. Eppure, queste chiese affascinano, rispondono, appagano, tutte. San Ponçe de Corbera, forse, supera le proprie sorelle … Leggi tutto Corbera: va in scena l’arte di costruire

West-werk: il regio palazzo in facciata

Ciò che più impressiona, visitando le grandi chiese della Germania romanica, sono le facciate trasformate in palazzi alti e possenti: gli storici dell'arte parlano di west-werk, e catalogano con questo nome - "corpo occidentale" - la magnifica speculazione edilizia con cui gli architetti del nord stravolsero le loro chiese, rendendole inconfondibili. In principio era un … Leggi tutto West-werk: il regio palazzo in facciata

Asturie: terra delle chiese senz’abside

E' un viaggio ostico, quello nel romanico delle Asturie: darà piena soddisfazione solo a chi è pronto ad affrontare un tempo lontano e uno stile arcaico - non a caso definito "preromanico" - che però affascina, realtà assolutamente peculiare in cui spiccano poi perle di livello assoluto. La fiera famiglia del "preromanico asturiano" comprende una serie … Leggi tutto Asturie: terra delle chiese senz’abside