I baffi di Adamo e una mela del Tirolo

“Before Chartres” ama le chiese. Non gli capiterà altre volte di entrare in un castello, e di accompagnare i suoi lettori tra mura tanto laiche. Ma i due portali romanici di Castel Tirolo sono così affascinanti che meriterebbero di essere visti anche se fossero le porte di una bettola o di una stalla.

Simili nella struttura, i due portali costituiscono entrambi, in realtà, l’accesso ad un’aula liturgica; ed anche i temi affrontati nei rilievi sono prettamente sacri, tanto che il primo e più ricco può essere detto “della Deposizione”, per il soggetto che domina nella lunetta, e il secondo “di San Michele”, poiché è appunto l’Arcangelo ad occupare la parte centrale di questo “gemello” minore.

CastelTiroloUno2

Il portale “della Deposizione”

Siamo, con questi portali, al pieno XII secolo, periodo d’oro della scultura – oltre che dell’architettura – medievale romanica. E i portali di Castel Tirolo non deludono affatto: primitivi quanto al disegno dei soggetti, possiedono una plastica solida e morbida, e una vivace fantasia di composizione. Il portale principale, soprattutto, colpisce per come i diversi rilievi fioriscono con vigore l’uno intorno all’altro; e se la Deposizione che abbiamo visto occupare la lunetta richiama la semplicità di certe sculture longobarde, ai fianchi è tutto un fiorire di grandi figure di uomini e mostri e animali, che debordano e si conquistano spazio rompendo ogni schema. Ricchissima, infine la decorazione degli archivolti, anch’essi figurati con fantasia quasi incontrollata – quello esterno comincia con un uomo a testa in giù -, e anche quella dei pilastrini che, ai due lati, arricchiscono il portale con un ulteriore tripudio di trafori e decori.

Diverte, quasi, questa scultura florida.

A sinistra, tra un grande centauro e un groviglio di lotta campestre, una sola scena, più piccola, si confina ordinata dentro il disegno di un rettangolo. Anche questo rilievo, pur così inquadrato, pur rappresentando il momento grave del primo peccato di Adamo ed Eva dal Paradiso, è pieno e fecondo, e alla fine fa sorridere: sarà questa rotondità delle forme, sarà questa pietra calda… saranno i baffi tirolesi che porta Adamo – come peraltro quasi tutte le figure maschili, compreso il Cristo in croce – ma davvero questo portale parla la lingua delle terre tutto intorno, forti e calde come il fuoco in un camino, come una mucca al pascolo, come una mela rossa dell’Alto Adige appena colta e ancora da addentare.

CastelTiroloAdamoEva1

Uno dei rilievi del portale: Adamo, Eva e il serpente

 

CastelTirolo1

Castel Tirolo

Castel Tirolo, il maniero che custodisce il portale della Deposizione e quello, gemello, di San Michele, sorge in cima ad uno sperone di roccia, in posizione dominante rispetto alla cittadina di Tirolo, che a sua volta è posta a dieci chilometri circa a nord di Merano.

Il castello non è raggiungibile direttamente con l’auto, che può essere lasciata appunto a Tirolo, proseguendo poi a piedi con una passeggiata di circa mezz’ora, o sull’altro versante a Caste Torre: anche da qui l’ultimo tratto va fatto a piedi, per circa 25 minuti di camminata.

Per gli appassionati del Medioevo, quella che va poi da Merano verso occidente fino a Malles Venosta è una strada quasi mitica: Naturno, Lasa, Glorenza, Malles e Burgusio, e poi Mustair, al di là del confine… sono tutti luoghi pieni di sorprese e fascino.

3 pensieri su “I baffi di Adamo e una mela del Tirolo

  1. Silvia trevale ha detto:

    Un viaggio attraverso la Val Venosta è altamente consigliabile. Castelli con affreschi medievali, chiesette romaniche, capitelli scolpiti, di tutto e di più in un contesto ambientale tra i più belli. Lo consiglio vivamente.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...